L’occhio quasimodeo

Prima esperienza con la fauna moscovita. No, non mi riferisco ai piccioni, che pure ci sono e ti planano in testa a velocità supersonica. E nemmeno alle celebri pantegane russe. Anche se a pensarci bene ho visto un topolone che attraversava il marciapiede accanto al ristorante sotto casa proprio la sera del mio arrivo. Ok, allora Seconda esperienza con la fauna moscovita. Però peccato, come incipit era meglio l’altro.

Qualche giorno fa sono stata punta da quella che mia sorella, medico, ha definito una zanzara tigre filoputiniana. Risultato: negli hotel di Mosca si aggira un mostro dall’occhio gonfio e l’andatura incerta che ricorda vagamente il Quasimodo del Notre-Dame della Disney.

Occhio quasimodeo, dai più interpretato come unico caso al mondo di borsa sotto un solo occhio

La mia autostima ringrazia.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Quotidianità moscovita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...