Mi spiega/dice/disegna/mima come arrivare a…?

Le nostre velleità artistiche hanno preso il sopravvento.

Vista l’incapacità del turista italiano medio di concentrarsi il tempo sufficiente a comprendere semplici indicazioni stradali, sempre più spesso dobbiamo cimentarci nella realizzazione di improbabili schizzi surrealisti, nella speranza che il linguaggio iconico sia più efficace delle parole.

Consapevole sin dall’asilo di essere tra coloro che “io, disegnare niente, ma coloro da dio, mai una sbavatura”, faccio appello alla genetica e cerco di scovare in me qualche traccia del patrimonio ingegneristico di mio padre. Con risultati piuttosto deludenti, bisogna ammetterlo.

Per esempio, quello che troveranno superati i tornelli della metropolitana, io glielo disegno così:

La metropolitana di Mosca, secondo Ale

Minimalista. Essenziale. Chiaro.

Se invece sto spiegando come raggiungere il ristorante russo più vicino all’hotel, in automatico mi partono le mani e inizio a comporre la topografia del quartiere:

Finding the Russian restaurant, according to Ale

Il problema è che questo tipo di sindrome degenera in maniera rapida e quasi incontrollabile, e in men che non si dica ti ritrovi a fare schizzi per qualsiasi cosa ti passi per la testa.

La Piccola Katy è già allo stadio avanzato:

Programma per il pomeriggio libero, bozze e studi preliminari ad opera della Piccola Katy

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Quotidianità moscovita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...