Mi nevica dentro

Nevica. Da ore. Ma non è quello che mi spaventa. Il problema è il vento, che sbatte sempre più violentemente fiocchi di neve del diametro di 5 cm contro la finestra della mia stanza. Nel cortile dell’MGU vedo la tormenta gonfiare mulinelli di ghiaccio e foglie.

Sono più che certa che la mia finestra non supererà la notte. Ogni stanza ha una finestra e ogni finestra è dotata di due vetri, che si presuppone siano sufficienti a tener fuori l’inverno. Tra i due vetri, una zona franca di 20 cm in cui i -15° dell’esterno fanno amicizia con i +25° che il riscaldamento centralizzato regala al mio tugurio. Quello spazio è il mio frigo. Temperatura perfetta per conservare latte, uova, cioccolata e altri generi di prima necessità.

Per areare la stanza di solito è sufficiente aprire l’infisso del primo vetro: il legno della finestra risale, come del resto qualsiasi altra cosa nell’MGU, ai primi anni ’50, ed è ormai parecchio generoso con spifferi e correnti.

23.45: vado a letto. La temperatura nella stanza ormai è ampiamente al di sotto del livello di sopravvivenza di un organismo romano. Sul pigiama indosso anche la mia felpa da calamità naturale. Mi addormento.

02.10: A svegliarmi è il cigolio della brandina che sussulta sotto i miei brividi. Afferro il cappotto e mi avvicino alla finestra. Una patina di ghiaccio ricopre le mattonelle sotto i vetri: la finestra ha ceduto, mi nevica in camera. Cerco asilo in bagno, sotto un getto di acqua calda.

Contro ogni aspettativa sopravvivo alla tormenta. Ma al mattino urge una soluzione: non voglio passare un’altra notte all’addiaccio.
Idea! Subaffitto il davanzale-frigo della Ciociara e con i sacchetti di nylon della spesa incornicio la mia finestra, facendo ben attenzione a tappare ogni spiraglio.

Genio italiano vs bufera moscovita

Vittoria! Che mente suprema! Quei sacchetti rimarranno lì PER SEMPRE!

Salvo svegliarmi in piena notte tre settimane più tardi in preda a una crisi respiratoria dovuta all’assenza di ossigeno nella mia stanza.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Odi et amo MGU

2 risposte a “Mi nevica dentro

  1. Anche io finisco sempre col sopravvivere grazie a soluzioni di fortuna.la decenza non fa per noi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...